Il Vangelo di un alieno. Ovvero le tabelline della normalità di Nicola Caldarone (LuoghInteriori)

“Si faceva chiamare, non senza ragione, Prometeo, dal nome di colui che aveva regalato, sottraendolo agli dei, il fuoco della civiltà agli uomini, e sosteneva che incarico di fare pulizia gli era stato affidato da una sorta distinte, da una volontà superiore per impedire esasperato e definitivo imbarbarimento dei costumi e la completa dissoluzione della società civile. I benpensanti ci saranno pure stati in questa società, ma chi per tutelare i propri interessi, chi per il carattere remissivo, chi per quieto vivere, chi per collusione con il potere, nessuno, in realtà, osava farsi avanti, alzare la voce e denunciare il diffuso malessere. Non se ne poteva più di corruzione, di malaffare, di ingiustizie, di fa mi L is mi, di raccomandazioni, di svariate forme di violenza, di violazioni dei diritti; e Prometeo, con accenti severi e soprattutto schietti e diretti, elencava le irregolarità che nessuno poteva mettere in discussione, tanto evidenti, nei fatti quotidiani, erano la loro diffusione e la loro pratica. Così, alle poche persone perbene, sparse nei posti dove egli finora si era recato, la figura di questa specie di patriarca apparve come una vera e propria manna, una vera e propria Provvidenza”


Dettagli prodotto Cartaceo: 15.65 euro

  • Editore : LuoghInteriori (15 marzo 2021)
  • Lingua : Italiano
  • Copertina flessibile : 182 pagine
  • ISBN-10 : 8868642549
  • ISBN-13 : 978-8868642549
  • Peso articolo : 220 g
  • Dimensioni : 13.5 x 1.1 x 21 cm

Pubblicato da

Nadia Arnice Autrice

Autrice, blogger e poetessa :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...