L’intervista a Cristiano Pedrini

Oggi vi propongo l’intervista allo scrittore Cristiano Pedrini

1– Ciao Cristiano ti chiedo di presentarti ai miei lettori

Buongiorno a tutti. Mi chiamo Cristiano, lettore, autore e bibliotecario qui in a Bergamo. Gattofilo quasi convinto, amante degli anime, dell’antiquariato che vive con il suo gatto Iago, un criceto e un pesce rosso. Mi piace definirmi un “perfetto imperfetto”

2- Quando è iniziata la tua passione per la scrittura?

I primi ricordi risalgono alla scuola elementare dove attendevo con l’ansia l’ora del tema. Ricordo che la mia maestra, si chiama Wanda, soleva dire a mia mamma di lasciarmi scrivere come e quando volevo. Dopo un lungo “blocco” durato quasi vent’anni, solo nel 2015, a durante un momento difficile della mia vita, ho riscoperto intatta questa passione che da allora non mi ha più abbandonato.

3- Parlaci del tuo romanzo/dei tuoi romanzi

Quale? Ne ho scritti molti? Posso presentarti l’ultimo “La quercia dell’orfano”. In esso tratto per la prima volta il tema dell’adozione da parte di due papà, nella Francia di oggi. E’ la storia di Renè, un bambino abbandonato ai piedi di una quercia, ritrovato da una suora dell’abbazia di Saint Rene e che decide di affidare a due cari amici. Il giovane, cresciuto, ritorna nei luoghi della sua nascita per scoprire qualcosa del suo passato.

4– Come hai avuto l’ispirazione del tuo romanzo/dei tuoi romanzi?

Considero l’ispirazione una scintilla che ci mostra i contorni definiti di qualcosa che tocca a te rendere reale e definita. Ne “La quercia dell’orfano” l’ispirazione è arrivata dopo una visita ad una antica abbazia che sorge vicino a dove abito.

5– Cos’hai provato la prima volta che hai avuto un tuo romanzo fra le mani?

Qualcuno può pensare che dopo aver scritto diversi romanzi, la magia del momento in cui tieni tra le mani la prima copia del tuo libro sia un semplice riturale. Vi assicuro che quella magia è sempre intatta e pronta a mostrarti le mille sfumature che esso racchiude.

6- Raccontaci del tuo stile di scrittura e quale genere letterario preferisci per il tuo romanzo/i tuoi romanzi.

Forse non sono la persona più adatta per giudicare il mio stile. Preferisco affidarmi a chi mi legge, che spesso sottolinea che sia semplice e al tempo stesso capace di mostrare con chiarezza anche le situazioni più complesse.

7- Chi è il tuo scrittore preferito? Perché?

Onestamente, nonostante mi consideri un buon lettore, ammetto di non avere un vero scrittore di riferimento. Mi piacciono molti autori classici come Wilde o Verne, e prediligo, sia come narrativa e saggistica, autori stranieri.

8– Hai altre passioni?

Oh sì, l’antiquariato, la fotografia, gli anime… e Star Trek!

9- Puoi svelarci i tuoi progetti letterari futuri?

l prossimo anno arriveranno quattro nuovi romanzi, tutti contemporanei. Dalla riedizione di Klein Blue, pubblicato nel 2016, con nuova cover e rieditato, a cui seguirà La leggenda dell’erede, ambientato a Montisola, in provincia di Brescia…

10- Vuoi aggiungere qualcosa?

Semplicemente, buona lettura a tutti!

Sito vendita dei tuoi libri: AMAZON, IBS, KOBO, YOUCANPRINT

Facebook: Le storie di Cris – http://www.facebook.com/groups/639521532853012

Instagram: http://www.instagram.com/cristianopedrini_autore

GRAZIE!!

Storie di Natale di Cristiano Pedrini

Non esiste nulla di così triste che lo svegliarsi

la mattina di Natale e ricordarsi di non essere più un bambino. (Erma Bombeck)

Quando ho intrapreso il meraviglioso viaggio nella scrittura, ogni anno ho pubblicato una storia dedicata al Natale. Oggi, grazie all’ospitalità di questo blog vorrei presentarveli.

La teoria del pettirosso

Il vero amore non implica la perfezione, anzi fiorisce sulle imperfezioni

John Gray

Ross è il direttore del Byron, un grande biblioteca che dirige e vive con amore e passione. Le sue giornate scorrono tranquille almeno sino a quando Nathan, un giovane senzatetto dall’oscuro passato, non viene sorpreso rubare all’interno del locale e quindi condotto da lui per l’increscioso evento. Dal momento in cui Ross conosce Nathan, però, ne rimane come folgorato e secondo la teoria del pettirosso, sente quasi il bisogno di aiutarlo e prendersi cura di lui sin dal primo istante.

I due, così diversi e sempre più vicini, attraverso situazioni di pericolo e d’amore, si troveranno a prendersi cura delle loro vite e differenze, mentre un segreto terribile incombe sulla vita del giovane ragazzo.

LINK http://www.amazon.it/dp/B07B3FDWHL

Il piano inferiore

Può un pesciolino domare uno squalo?

Per Charles Spencer Hoynes la risposta a questa domanda arriverà dopo l’incontro insolito e fortuito con Mathis Owen, un giovane avvocato fresco di laurea. La sua presenza lo costringerà ad ammettere che oltre ai suoi metodi spregiudicati può esistere anche un altro modo di vivere la sua professione, opponendosi con pazienza, perseveranza e con voce gentile alle ingiustizie.

Immersi in una candida Washington imbiancata dalla neve, i due giovani impareranno che non sempre è facile amarsi e accettarlo, può far paura. Ma sotto la neve e alla vigilia del magico Natale, tutto può essere possibile!

LINK http://www.amazon.it/dp/B07KDYDQW4

L’ultima notte

Io non so chi di noi sia il fratello debole, credo che, in modo diverso, lo siamo entrambi

Dopo l’improvvisa e inaspettata morte dei genitori, il ventenne Jeremy scopre di non essere rimasto solo al mondo. In una casa-famiglia vive un fratello di cui ha sempre ignorato l’esistenza: Gavin, un ragazzino di undici anni, concepito a seguito di una violenza subita dalla madre. La donna, incapace di gestire il frutto di quell’amore rubato, se ne separò dandolo in affido.

È la Vigilia di Natale e finalmente Jeremy può incontrare il fratello. Sapere di poter ricostruire la sua famiglia lo spinge a trovare il modo di diventare il tutore legale di Gavin, ma non sarà una cosa semplice.

Il giovane scoprirà tutte le difficoltà che comporta quella scelta, ma sarà pronto a non arrendersi pur di realizzare quel sogno.

LINK http://www.amazon.it/dp/B08NL4HFVY

Buon Natale Hibiki

Ricorda se non riesci a trovare il Natale nel tuo cuore, non potrai trovarlo sicuramente sotto un albero.

Charlotte Carpenter

Per Hibiki Cole quello è che sta per vivere è il suo primo Natale sereno. Dopo essersi lasciato alle spalle una vita difficile e aver trovato lavoro allo studio legale di Chris Page, ora desidera con tutto se stesso che questi giorni di festa siano per lui e per le persone a cui vuole bene uno spartiacque tra passato e futuro. Ma i ricordi si alterneranno a nuovi e insoliti incontri, di una lunga Vigilia di Natale.

LINK http://www.amazon.it/gp/product/B01MT38BIT

Il folletto di Natale

Il dono più bello di sempre è stato conoscerti e da allora per me ogni giorno è Natale.

Christopher conta con impazienza i giorni che lo separano dal Natale, il primo che passerà a Washington, accanto a Lawrence. La solennità della Casa Bianca che si prepara all’arrivo di quei giorni di festa tra consuetudini e tradizioni lo affascina. Quando il Presidente lo incarica di occuparsi degli ultimi dettagli, compito che per tradizione spetta alle First Lady, il ragazzo non intende sottrarsi e decide di accettare, con la speranza di riuscire ad infondere tra le sfarzose mura della Casa Bianca il vero spirito natalizio.

LINK http://www.amazon.it/gp/product/B082WHPM3S

Diario di un first boy alla Casa Bianca di Cristiano Pedrini

Nel mio diario posso scrivere di tutto… Anche quello che posso raccontare a me stesso senza correre il rischio di arrossire!” 📖🖊

Con questo pensiero di Christopher sono felice di annunciarvi che il prossimo 6 dicembre arriverà “Diario di un first boy alla Casa Bianca”, un romanzo breve con le avventure-disavventure del nostro giovane stagista dai capelli rossi, nella residenza più famosa del mondo, che molti di voi hanno già conosciuto nella duologia di The first boy.

LA QUERCIA DELL’ORFANO di Cristiano Pedrini (Youcanprint)

Autore: Cristiano Pedrini
Genere: Narrativa
Formato cartaceo 14×21
Formato ebook: epub/mobi e pdf
Pagine 255
Pubblicato con Youcanprint
ISBN: prossimamente
Prezzo di copertina:
Ebook € 2,99 Cartaceo: € 18,00
Disponibile nei maggiori store online

L’abbazia di Saint-René d’Angers, sorge da secoli sulle colline che circondano il villaggio di Sainte-Eulalie, forse a voler proteggere quel luogo della Francia centrale dove il tempo sembra essersi fermato. La Reverenda Madre Antoinette e le sue consorelle attendono con gioia l’arrivo di René Fontaine. Ventuno anni prima, era stata proprio la donna a trovarlo in fasce sotto una
quercia in una fredda mattina di novembre. René oggi è uno dei modelli più famosi e richiesti di Francia, ma nonostante il suo successo è rimasto un ragazzo con i piedi per terra ed ora pensa sia giunto il momento di trascorrere alcuni giorni di vacanza nel luogo dove venne ritrovato, sperando di scoprire qualcosa di più sui suoi natali. In quel soggiorno, il giovane incontrerà
molte persone: Maxime, un intagliatore del legno, Martin de Rohan, appartenente ad una nobile famiglia della regione, e un solitario e misterioso lupo che sembra seguirlo ovunque, quasi a volerlo proteggere dal suo stesso passato che potrebbe emergere di colpo, travolgendolo. Queste presenze renderanno la visita di René assai diversa da quella che aveva immaginato, squarciando il velo che da sempre cela le sue vere origini.

Estratto dal Capitolo Primo
Nessuno ti ha chiesto come avresti voluto venire al mondo, né quale infanzia vivere.
Nessuno ti ha voluto offrire un futuro, un’opportunità per dimostrare quanto la tua presenza
avrebbe potuto rendere migliore il mondo che ti circondava.
Noi abbiamo cercato di darti quello che ti è stato negato,
ti abbiamo accolto come un autentico dono del cielo che,
come una stella cometa, ha illuminato le nostre vite,
mostrandoci quello che avremmo potuto essere per te, caro René.
Abbiamo gioito dei tuoi piccoli e grandi traguardi,
ti abbiamo confortato nei fallimenti che inevitabilmente fanno parte della nostra vita,
spronato a essere sempre te stesso,
costruendo, giorno per giorno, il tuo futuro…
E ora specchiandoci nei tuoi occhi vivaci e spensierati,
ascoltando la tua voce limpida e dolce,
sappiamo di essere state le persone più fortunate del mondo,
alle quali è stato concesso di amare e crescere il figlio
che abbiamo sempre desiderato.
Morgan e Serge