L’intervista a Giulio Natali

Oggi vi propongo l’intervista allo scrittore Giulio Natali

1– Ciao Giulio ti chiedo di presentarti ai miei lettori

Sono Giulio Natali, 45 anni, marchigiano che per lavoro ha girato mezzo mondo. Sono infatti un direttore delle risorse umane di una multinazionale. Amo il rock, mangiare bene e fare lunghe passeggiate, oltre a leggere e ovviamente scrivere

2- Quando è iniziata la tua passione per la scrittura?

Sin da ragazzo mi dilettavo a scrivere piccoli brani, testi di canzone, poesie, lasciando però il tutto nel cassetto. Lo scorso anno, invece, anche a causa del Lockdown, è emerso il desiderio di scrivere in modo più strutturato e organico.

3- Parlaci del tuo romanzo/dei tuoi romanzi

Ho pubblicato due libri, “Questioni di testa” nel 2020 e il recentissimo “Soste Forzate”. I protagonisti sono sempre persone comuni alle prese con le piccole cose della vita, che a volte impongono scelte dalle conseguenze più varie.

4– Come hai avuto l’ispirazione del tuo romanzo/dei tuoi romanzi?

Osservando il mondo e le persone che lo abitano. Ogni momento, ogni oggetto, è buono per trarre spunti, come diceva Carver anche una scarpa vecchia può generare una storia.

5– Cos’hai provato la prima volta che hai avuto un tuo romanzo fra le mani?

E’ successo tutto così in fretta che ho avuto difficoltà a realizzare. Un piccolo editore onesto e coraggioso (Edizioni La Gru) ha voluto investire sulle mie storie e nel giro di un mese il libro era in commercio.

6- Raccontaci del tuo stile di scrittura e quale genere letterario preferisci per il tuo romanzo/i tuoi romanzi.

Cerco la fluidità, evitando di essere pomposo o prolisso. In una storia quello che faccio è far muovere i personaggi, descrivendone le azioni senza giudicarli. Quanto ai generi letterari, credo che, parafrasando l’affermazioni di Duke Ellington riguardo alla musica, i libri si distinguano in belli o brutti. Per questo cerco di spaziare tra i generi, evitando solo romanzi scritti per compiacere il lettore.

7- Chi è il tuo scrittore preferito? Perché?

Simenon è un modello di riferimento per sintesi e pulizia della scrittura.

8– Hai altre passioni?

Come ho detto ascolto musica, il rock di Springsteen mi accompagna spesso durante la giornata.

E chi ama scrivere prima di tutto deve leggere e osservare molto.

9- Puoi svelarci i tuoi progetti letterari futuri?

Uscirà nel 2022 per Libero Marzetto Editore un romanzo breve ispirato a una canzone ricevuta dall’editore. Il libro sarà a tiratura limitata e verrà venduto insieme a incenso e bustina di tè, per suggerire una lettura lenta e meditata. Continuerò a scrivere racconti che renderò disponibili online. Nel cassetto c’è anche un romanzo già pronto, vedremo se e quando pubblicarlo.

10- Vuoi aggiungere qualcosa?

Ringrazio i lettori. Leggere è un’attività solitaria che richiede di immergersi nella storia scritta da un terzo e quindi toglie tempo ad altre cose. Per questo cercherò sempre di intrattenere lasciando qualche stimolo di riflessione.

Sito vendita dei tuoi libri: https://www.edizionilagru.com/catarsi/271-soste-forzate-9791280204295.html

https://www.edizionilagru.com/catarsi/248-questioni-di-testa-9791280204073.html

Facebook: https://www.facebook.com/giulio.natali.714

LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/giulionatali/

GRAZIE!!

Soste Forzate di Giulio Natali (Edizioni La Gru)

IL LIBRO | Ventinove storie di episodi quotidiani. Un viaggio nelle tragicommedie umane per incontrare le sovrastrutture senza valore e magari purificarsi dalle stesse cogliendo l’essenza dell’individuo. Ogni racconto è una discesa agli inferi, una stazione necessaria, una sosta forzata (che può essere letta anche singolarmente o in ordine diverso da quello proposto, perché ciascuna storia è in sé compiuta) di un percorso che termina nella nascita o, più semplicemente, nel vivere.

ACQUISTABILE :

https://www.edizionilagru.com/catarsi/271-soste-forzate-9791280204295.html

L’AUTORE | Giulio Natali (Corridonia, 1975). Nonostante abbia viaggiato mezzo mondo per lavoro non ha perso l’accento marchigiano. Ama il rock, la pasta all’uovo, i formaggi e passeggiare per Lucca. Conoscere gente gli ha confermato che esistono tante realtà quante una mente possa concepire. Ha esordito con Questioni di testa (La Gru, 2020). Da lì in avanti i suoi racconti sono stati pluripremiati e pubblicati su riviste letterarie e siti internet.