La Vergine azzurra di Tracy Chevalier (Neri Pozza)

XVI secolo, Francia: Isabelle du Moulin è una splendida ragazza dai capelli color rame, chiamata da tutti nel villaggio con lo stesso nome della statuetta della Vergine che il duca de l’Aigle ha portato un giorno in paese: la Rossa. Dall’arrivo di Monsieur Marcel, coi suoi sermoni contro la Vergine, quel nome è diventato un tormento. Non è più un affettuoso nomignolo ma il nome di una strega, il sinonimo stesso di una malvagia creatura in un villaggio accecato dal fanatismo della Riforma. Quando resta incinta del giovane Tournier, a Isabelle non resta altro che abbracciare, dopo le persecuzioni seguite al Massacro di San Bartolomeo, fino in fondo la sorte dei Tournier: l’emigrazione nel villaggio svizzero di Moutier e un destino sconvolgente e inaspettato…

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “La Vergine azzurra” di Tracy Chevalier. Amo moltissimo questa scrittrice, i suoi romanzi sono sempre bellissimi ed appassionanti. Chavalier Tracy non delude mai!

XVI secolo, Francia: Isabelle du Moulin è una splendida ragazza dai capelli color rame, chiamata da tutti la Rossa. Non è più un affettuoso nomignolo ma il nome di una strega, il sinonimo stesso di una malvagia creatura in un villaggio accecato dal fanatismo della Riforma.

Un libro emozionante, coinvolgente e commovente. L’ho amato moltissimo. Il romanzo si svolge su due piani del racconto: dal presente al passato. Le vite delle due protagoniste si intrecciano negli eventi della storia.

STELLE ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️


Dettagli prodotto Cartaceo: 11.87 euro

  • Editore ‏ : ‎ Neri Pozza (3 settembre 2020)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 318 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8854521574
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8854521575
  • Peso articolo ‏ : ‎ 340 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 21.8 x 2.6 x 14.2 cm

Dettagli prodotto Ebook: 6.99 euro

  • ASIN ‏ : ‎ B00PLSDCGK
  • Editore ‏ : ‎ Beat (17 novembre 2014)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Dimensioni file ‏ : ‎ 2254 KB
  • Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato
  • Screen Reader ‏ : ‎ Supportato
  • Miglioramenti tipografici ‏ : ‎ Abilitato
  • Word Wise ‏ : ‎ Non abilitato
  • Lunghezza stampa ‏ : ‎ 252 pagine

Il segreto della sarta di Parigi di Fiona Valpy (Newton Compton Editori)

Il destino può metterci davanti a scelte impossibili
Parigi, 1940. 
La città è occupata dai nazisti e tre giovani sarte cercano di sopravvivere nonostante le difficoltà. Ognuna di loro nasconde un segreto. Mireille, dopo la tragica perdita dell’amica Esther in un raid nazista, decide di unirsi alla Resistenza. Claire è stata sedotta da un misterioso ufficiale tedesco. Vivienne, invece, è coinvolta in qualcosa che non può rivelare nemmeno alle sue più care amiche. Quando però le attività segrete di Mireille, Claire e Vivienne rischiano di essere scoperte, le loro vite saranno in grave pericolo. Unite da una lealtà incrollabile ma minacciate dal tradimento, potranno sopravvivere nell’epoca più oscura della storia senza pagare un prezzo altissimo?
Giorni nostri. Harriet, una ragazza inglese che non ha mai superato il trauma del suicidio della madre, raggiunge Parigi per cercare di ricostruire un legame con il suo passato. Partendo da una foto che ritrae sua nonna Claire insieme ad altre due donne, Harriet scoprirà una verità sulla sua famiglia e su sé stessa molto più dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare.
Il romanzo bestseller internazionale dell’anno
Un’autrice da oltre 1 milione di copie
Tradotta in 15 lingue
Tre giovani sarte durante l’occupazione nazista di Parigi cercano di vivere una vita normale, ma ognuna di loro ha qualcosa da nascondere…

«Uno straordinario romanzo che è riuscito a emozionarmi grazie alle trame che si intrecciano, ai personaggi ricchi di umanità e a un ritmo serrato ma sempre evocativo.»
«Sono i dettagli a rendere questo romanzo meraviglioso: come la cura nel descrivere la moda parigina di quegli anni.»
«Un libro che ti conquista pagina dopo pagina, riuscendo a trascinarti in un vortice di emozioni incontenibili.»
Fiona Valpy

Inglese di nascita, ha vissuto sette anni in Francia dove, insieme alla famiglia, ha ristrutturato una grande casa di campagna, nei vigneti di Bordeaux, prima di trasferirsi di nuovo in Gran Bretagna. Questa esperienza ha ispirato tutti i suoi romanzi, bestseller tradotti in 15 lingue. La Newton Compton ha pubblicato La custode dei profumi perduti e Il segreto della sarta di Parigi.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Il segreto della sarta di Parigi” di Fiona Valpy. Una storia toccante quella di Mireille, Claire e Vivienne, mentre noiosa e patetica quella di Harriet.

Parigi, 1940. La città è occupata dai nazisti e tre giovani sarte cercano di sopravvivere nonostante le difficoltà. Ognuna di loro nasconde un segreto. Mireille, dopo la tragica perdita dell’amica Esther in un raid nazista, decide di unirsi alla Resistenza. Claire è stata sedotta da un misterioso ufficiale tedesco. Vivienne, invece, è coinvolta in qualcosa che non può rivelare nemmeno alle sue più care amiche. Quando però le attività segrete di Mireille, Claire e Vivienne rischiano di essere scoperte, le loro vite saranno in grave pericolo.
Giorni nostri. Harriet, una ragazza inglese che non ha mai superato il trauma del suicidio della madre, raggiunge Parigi per cercare di ricostruire un legame con il suo passato. Partendo da una foto che ritrae sua nonna Claire insieme ad altre due donne, Harriet scoprirà una verità sulla sua famiglia e su sé stessa molto più dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

La lettura è scorrevole, mi è piaciuto molto la parte storica: la bellissima amicizia tra le ragazzi, la forza di sopravvivere nonostante le avversità del periodo di guerra.

Per quanto riguarda la parte dei giorni nostri è stata un vero supplizio: non ho amato il personaggio di Harriet sia per il suo carattere sia per il suo vittimismo. Ho avuto l’impressione che l’autrice continuasse a ripetere le medesime descrizioni su Harriet.

STELLE ⭐️⭐️⭐️


Dettagli prodotto Ebook: 2.99 euro

  • ASIN ‏ : ‎ B089YCMH9G
  • Editore ‏ : ‎ Newton Compton Editori (2 luglio 2020)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Dimensioni file ‏ : ‎ 567 KB
  • Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato
  • Miglioramenti tipografici ‏ : ‎ Abilitato
  • Word Wise ‏ : ‎ Non abilitato
  • Lunghezza stampa ‏ : ‎ 294 pagine

Dettagli prodotto Cartaceo: 9.90 euro

  • Editore ‏ : ‎ Newton Compton Editori (2 luglio 2020)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 320 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8822739140
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8822739148
  • Peso articolo ‏ : ‎ 340 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 21 x 2.6 x 14 cm

Luci d’inverno di Nora Roberts (Fanucci Editore)

Nate Burke, ex poliziotto di Baltimora, accetta il posto di capo della polizia di Lunacy – un paesino dell’Alaska che conta 506 abitanti – per fuggire alla crisi causata dal fresco divorzio e dal trauma della morte del suo compagno di lavoro, per la quale si sente in parte responsabile. I primi giorni nella cittadina scorrono tranquilli, a parte qualche piccolo problema di ordine pubblico e una relazione un po’movimentata con l’umorale Meg Galloway, bella e sfacciata. All’improvviso, però, in una grotta nascosta viene ritrovato il corpo del padre di Meg, scomparso sedici anni prima. Ha un’ascia ancora conficcata nel petto, e la notizia dell’omicidio scuote profondamente la piccola comunità, spingendo addirittura l’assassino a uccidere di nuovo. E mentre questa seconda morte viene archiviata come suicidio, Nate non ne è del tutto convinto e comincia così un’indagine sotterranea. Sarà per lui l’occasione di ritrovare se stesso e di scoprire che l’attrazione per Meg è più di una relazione fatta di sesso e notti passionali: questa donna così scontrosa e indipendente nasconde in realtà un segreto che potrebbe svelare l’assassino ma al tempo stesso potrebbe minare per sempre il rapporto con Burke. Un romanzo dalla trama densa, che cattura l’intimità di un piccolo paese e il suo vivere eccentrico, che esalta la poderosa e intrigante scrittura della regina del rosacrime.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Luci d’inverno” di Nora Roberts. Un romanzo che ho apprezzato particolarmente per la sua semplicità. L’autrice scrive benissimo e la traduzione è piuttosto soddisfacente.

Nate Burke, ex poliziotto di Baltimora, accetta il posto di capo della polizia di Lunacy (un piccolo paese dell’Alaska). I primi giorni nella cittadina scorrono tranquilli, a parte qualche piccolo problema di ordine pubblico e una relazione un po’movimentata con Meg Galloway, bella e sfacciata. All’improvviso, però, in una grotta nascosta viene ritrovato il corpo del padre di Meg, scomparso sedici anni prima.

Una storia ben strutturata, la trama carina e i personaggi sono ben impostati. Quello che ho più amato del libro è l’ambientazione: i paesaggi sono reali e stupendi.

Mi piace lo stile della Roberts in questo romanzo, riesce a rendere la storia avvincente e non banale o scontata. Un romanzo thriller con sfumature di amore e passione. Consiglio!

STELLE ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️


Dettagli prodotto Ebook: 6.99 euro

  • SIN ‏ : ‎ B00G49RXT2
  • Editore ‏ : ‎ Fanucci Editore (27 febbraio 2014)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Dimensioni file ‏ : ‎ 761 KB
  • Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato
  • Screen Reader ‏ : ‎ Supportato
  • Miglioramenti tipografici ‏ : ‎ Abilitato
  • Word Wise ‏ : ‎ Non abilitato
  • Lunghezza stampa ‏ : ‎ 431 pagine

Gli angeli non hanno memoria di Giovanni Pennati

Le storie d’amore hanno ostacoli e questa non fa eccezioni. Lui si chiama Ascanio e lei Gloria. Lontani, eppure legati. In un piccolo paese e una piccola provincia, Ascanio e Gloria conosceranno il dono prezioso dell’amore.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Gli angeli non hanno memoria” di Giovanni Pennati. Una storia con una bella trama anche se scorre un po’ lenta. Premetto che ho acquistato questo libro per la copertina che mi ha colpito particolarmente, tuttavia non l’ho trovata inerente alla storia.

Ascanio e Gloria sono completamente diversi eppure sono legati da un filo rosso invisibile. Ascanio è un ragazzo tutto muscoli con un passato difficile. Gloria è una ragazzina intelligente, talentuosa ed altruista.

In questo romanzo, l’autore ripercorre tematiche importanti: la vita, la famiglia, la violenza, la religione, l’amore e la socialità.

Il finale completamente inaspettato e destabilizzante.

Il problema fondamentale che ho riscontrato sono i molti refusi e diversi errori ortografici.

STELLE ⭐️⭐️⭐️


Dettagli prodotto Ebook: gratis

  • ASIN ‏ : ‎ B012HF1MDE
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Dimensioni file ‏ : ‎ 429 KB
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi ‏ : ‎ illimitato
  • Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato
  • Screen Reader ‏ : ‎ Supportato
  • Miglioramenti tipografici ‏ : ‎ Abilitato
  • Word Wise ‏ : ‎ Non abilitato
  • Lunghezza stampa ‏ : ‎ 287 pagine

Dettagli prodotto Cartaceo: 6.63 euro

  • Editore ‏ : ‎ Independently published (30 dicembre 2017)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 285 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 1976763649
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-1976763649
  • Peso articolo ‏ : ‎ 499 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 15.24 x 1.83 x 22.86 cm

Le farfalle di Ebensee di Maria Pia Trevisan (La Memoria del Mondo)

Stefano Rovati è un professore di lettere, che ha vissuto per 15 mesi la tragica esperienza del campo di sterminio nazista di Ebensee. Nonostante le sofferenze patite, l’uomo riesce a vivere con la moglie Lisa e con suo figlio Davide una vita affettiva che lo riconcilia con il mondo e con gli uomini. Testimoniando alle nuove generazioni la sua esperienza di “deportato sopravvissuto” con lo scopo di promuovere la cultura della pace, recupera anche la sua dignità di persona. Sullo sfondo resta però latente un profondo senso di colpa e la nostalgia per le persone care perdute durante la guerra. Tra queste c’è Rosalena, la sua ragazza, arrestata insieme a lui in quel lontano fine di dicembre del 1943 e di cui non si conosce il destino neppure a cinquant’anni di distanza dalla fine della guerra. Dall’incontro con Leonore Gabel, figlia di un ex Ufficiale della Wermacht, avvenuto durante un “Viaggio della memoria”, nasce l’esigenza di una ricerca interiore che lo porterà a rivedere il senso che aveva dato alla sua esistenza e a prendere con coraggio la decisione più importante della sua vita…

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Le farfalle di Ebensee” di Maria Pia Trevisan. Una breve storia, scorrevole e piacevole.

Stefano Rovati è un professore che ha vissuto per 15 mesi la tragica esperienza del campo di sterminio nazista di Ebensee. L’uomo sopravvissuto, riesce a ricostruirsi una vita, però in lui resta il senso di colpa e la nostalgia per le persone care perdute. Tra queste c’è Rosalena, di cui non si conosce il destino neppure a cinquant’anni di distanza dalla fine della guerra.

Un libro commovente e originale. Peccato che la storia sia terminata senza un vero e proprio finale. L’autrice avrebbe potuto approfondire maggiormente.

STELLE ⭐️⭐️⭐️


Dettagli prodotto Ebook: gratis

  • ASIN ‏ : ‎ B00SPADBNK
  • Editore ‏ : ‎ La Memoria del Mondo (24 gennaio 2015)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Dimensioni file ‏ : ‎ 829 KB
  • Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato
  • Screen Reader ‏ : ‎ Supportato
  • Miglioramenti tipografici ‏ : ‎ Abilitato
  • Word Wise ‏ : ‎ Non abilitato
  • Lunghezza stampa ‏ : ‎ 120 pagine

Dettagli prodotto Cartaceo: 11.40 euro

  • Editore ‏ : ‎ La Memoria del Mondo (10 maggio 2014)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 120 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8898414234
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8898414239
  • Peso articolo ‏ : ‎ 140 g

Metafora : Piccola Odissea Moderna verso Itaca di Daniele Vallet

Dalla Valle d’Aosta ad Itaca passando attraverso i Balcani. Un viaggio nello spazio e nel tempo. Una odissea moderna alla scoperta di popoli luoghi e religioni che, abbandonata la paura, si trasformano in occasioni di crescita interiore e amore per l’Esistenza.

Recensione

Oggi voglio parlarvi del libro “Metafora. Piccola odissea moderna verso Itaca” di Daniele Vallet. Un racconto scorrevole e piacevole che si legge facilmente e in poco tempo.

Daniele parte dalla Valle D’Aosta per arrivare a Itaca in Grecia, attraversando i Balcani. Questo tragitto lo fa insieme alla sua bicicletta Fernanda. Percorre un viaggio lungo e faticoso, tuttavia, ricco di cultura e paesaggi mozzafiato. Nel testo sono riportati riferimenti storici della guerra che ha martoriato le terre dei Balcani (negli anni ’90): una triste realtà che ha duramente toccato queste regioni e i loro popoli. Un terribile flagello che ha lasciato strascichi indelebili nel cuore della gente locale.

Questo libro è ricco di emozioni, in alcune parti è commovente. Un bel racconto lo consiglio!

Stelle ⭐️⭐️⭐️⭐️

Daniele Vallet

Laureato in psicologia, si occupa di discipline olistiche e di stili di vita alternativi, nel frattempo cammina, scia, corre e pedala. Questo, dopo “Fernanda ed io”, è il suo secondo libro. 


Dettagli prodotto Ebook: 7 euro

  • Dimensioni file : 25827 KB
  • ASIN : B089YY8443
  • Word Wise : Non abilitato
  • Lunghezza stampa : 190 pagine
  • Numeri di pagina fonte ISBN : B08BW8KW55
  • Da testo a voce : Abilitato
  • Miglioramenti tipografici : Abilitato
  • Lingua: : Italiano

Dettagli prodotto Cartaceo: 13.52 euro

  • Peso articolo : 277 g
  • Copertina flessibile : 188 pagine
  • ISBN-13 : 979-8657179286
  • Dimensioni : 13.34 x 1.22 x 20.32 cm
  • Editore : Independently published (26 giugno 2020)
  • Lingua: : Italiano

Porcellana di Maria Enea (0111edizioni)

Finalista al Premio “1 Giallo x 1.000” III edizione
All’inizio del Settecento, la porcellana cinese è ambita da nobili e famiglie regnanti; ma la sua formula è protetta dal segreto di stato da parte della Cina e vani sono tutti i tentativi per riprodurla. Un alchimista tedesco, Bottger, viene arrestato a Dresda e condotto al palazzo reale dal re di Sassonia, convinto che egli possa scoprirne la formula. Nel suo lavoro viene supportato dall’amico fisico Von Tschirnhaus. Tuttavia la ricerca rimane infruttuosa finché per caso i due non s’imbattono nella vicenda di una misteriosa donna alchimista, Osmolinda, originaria delle Fiandre , morta più di un secolo prima . Osmolinda, bella, colta, intelligente, amante del sapere, innamorata dell’Arte Regia, a suo agio nell’Officina alchemica, sarà la protagonista di una intensa e dolorosa storia d’amore…

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Porcellana” di Maria Enea. Un romanzo meraviglioso che non deluderà il lettore. La trama storica è affascinante e ricca di colpi di scena.

Nel 1700 un famoso alchimista di nome Bottger viene incarcerato dal Principe di Sassonia; per ottenere la libertà, egli dovrà riuscire a fabbricare la porcellana. Con aiuto del suo fidato amico Von Tschirnhaus, Bottger cercherà in tutti i modi di scoprire la formula “magica” per ricreare questa particolare ceramica. Tuttavia, la ricerca sarà infruttuosa finché i due non si imbatteranno in Osmolinda, vissuta quasi cent’anni prima.

Osmolinda era la figlia di un noto medico e alchimista. Già da bambina studiava assieme al padre l’arte alchemica. All’età di sedici anni conosce Andreas Liberavius e si innamora perdutamente. Purtroppo, l’amore durerà poco e Osmolinda deciderà di concentrarsi solo sul lavoro. Alla fine, la bella ragazza riuscirà a scoprire la vera essenza alchemica.

In questo romanzo, Maria Enea riesce a semplificare un argomento difficile, con parole facili, spiega nozioni basilari dell’alchimia. “Porcellana” è una storia originale che consiglio assolutamente.

Stelle ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Maria Enea

Maria Enea è nata a Palermo ed è laureata in lettere classiche. Sposata e madre di due figli, insegna italiano e latino in un grande liceo palermitano. Appassionata di letteratura, arte, musica e spettacolo, è sostenitrice attiva dei diritti delle donne. Ecologista convinta, amante della natura e ciclista per diletto, è persuasa che ognuno debba fare la propria parte per salvare il mondo. Compone da sempre versi e opere in prosa. Ha pubblicato per Antipodes la silloge poetica “Sale e cioccolato”. E’ nella rosa dei finalisti al concorso 1 Giallo x 1000 indetto da Zerounoundici edizioni con il thriller storico “Porcellana.”


Dettagli prodotto Cartaceo: 15.50 euro

  • Peso articolo : 300 g
  • Copertina flessibile : 230 pagine
  • ISBN-10 : 8893704005
  • ISBN-13 : 978-8893704007
  • Editore : 0111edizioni; 1° edizione (30 giugno 2020)
  • Lingua: : Italiano

Dettagli prodotto Ebook: 2.72 euro

  • Dimensioni file : 938 KB
  • Lunghezza stampa : 285 pagine
  • Word Wise : Non abilitato
  • Editore : 0111 Edizioni (30 giugno 2020)
  • ASIN : B08BWKH1CK
  • Miglioramenti tipografici : Abilitato
  • Da testo a voce : Abilitato
  • Lingua: : Italiano

Vento dall’Est di Chiara Albertini (Rizzoli)

Troppo difficile capire cos’è/ma penso che un ospite arrivi per me. Dove potrebbe portarti il vento se decidessi di ascoltarlo? Lungo quali sentieri nascosti e inaspettati potrebbe condurti, se ti affidassi a lui? C’è un vento per ogni stagione. E c’è un vento per le stagioni dell’anima… La storia di una madre e di una figlia, Tracey e Shannon, prende avvio sulla costa occidentale irlandese di qualche decennio fa e, attraversando le contee del Clare e di Limerick, giunge alla Londra dei giorni nostri. Una storia delicata, emozionante, fatta di segreti e rivelazioni, allontanamenti drammatici e ritrovamenti inaspettati: un lungo viaggio in più vite dove reale e immaginario si sovrappongono e si intrecciano, un complesso gioco di scelte dove il possibile e l’impossibile si fondono fra i richiami del passato e i riflessi del presente.

Recensione

Oggi voglio parlarvi del libro “Vento dall’Est” di Chiara Albertini, edito Rizzoli. Chiara Albertini è un’autrice bravissima che trasmette a chi legge delle emozioni fortissime. Vento dell’Est è un libro meraviglioso che coinvolge il lettore dalla prima all’ultima pagina.

La storia inizia nel 1972 a Cliffs of Moher sulle coste irlandesi quando la protagonista Tracy decide di farla finita, pensa che la sua vita sia insignificante e priva d’affetto. Così decide di compiere un gesto estremo: buttarsi da una scogliera. Per fortuna arriva Ben a salvarla, questo bellissimo ragazzo riesce a convincerla che il suicidio non sia la soluzione dei suoi problemi. Ben aiuta Tracy a superare questo triste periodo. La giovane donna ha un passato infelice: da bambina era splendida, amata e venerata dalla madre, ma trascurata dal padre: un uomo egoista che non l’ha mai voluta. Con Ben, Tracy impara a conoscere il vero amore. Insieme decidono di lasciare l’Irlanda per trasferirsi a Londra e dimenticare il passato. Vogliono ricominciano a vivere. Purtroppo, i loro progetti non andranno nel verso giusto, i loro piani saranno stravolti e il destino sarà crudele.

Vento dall’Est è un racconto d’amore, di verità e di vita. La scrittrice mette l’accento soprattutto sulla realtà che può essere crudele, dolorosa e insopportabile. La vita può essere dura e imparziale, tuttavia, non bisogna sprecarla, è un dono prezioso. Questo libro trasmette un messaggio chiaro: non bisogna mai cadere nell’odio, nel rancore, nei pregiudizi e nella cattiveria che è fondamentale fare del bene e aiutare il prossimo.

Un libro scorrevole, un po’ malinconico, coinvolgente e bellissimo che non può mancare nella nostra libreria.

Stelle ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Chiara Albertini

Classe 1980. Dopo aver conseguito la laurea in Lingue e letterature straniere a Bologna, frequenta un corso editoriale in “Tecniche di redazione: editing, correzione di bozze. Dalla carta al web.”. Ha all’attivo il saggio “Il Medioevo in giallo nella narrativa di Ellis Peters” (Kimerik-2011) e il romanzo “Nel cuore di una donna” (Narcissus – 2014)


Dettagli prodotto Ebook: 2.99 euro

  • Dimensioni file : 645 KB
  • Lunghezza stampa : 126 pagine
  • Word Wise : Non abilitato
  • Editore : RIZZOLI (28 ottobre 2016)
  • Da testo a voce : Abilitato
  • Screen Reader : Supportato
  • Miglioramenti tipografici : Abilitato
  • Lingua: : Italiano

E se non sapessi amare? di Irene Pistolato

«Tengo davvero tanto a te e l’idea di perderti mi mozza il respiro. Ho bisogno di te, del tuo sorriso, delle tue prese in giro, ma se ti sto chiedendo troppo, dimmelo, farò un passo indietro. Sono disposto anche a riavvolgere il nastro e cancellare tutto quello che è successo dopo quel nostro primo bacio. Riprenderemo a vederci ogni giovedì sera davanti a una birra, parleremo di tutto tranne che di noi e mi dimenticherò di quello che provo per te. Farò qualsiasi cosa pur di riavere la mia migliore amica.» Poso le labbra sulla sua fronte, serro con forza le palpebre, ricacciando indietro il nodo che si è formato in gola. La sposto sul divano e me ne vado nella mia stanza, chiudendo la porta a chiave. Volevo che sapesse come mi sento, ma non deve vedermi a pezzi a causa sua.”

Dopo mesi trascorsi a maledirsi per essersi preso una sbandata per la fidanzata del fratello, Manuel finisce in un pub ad affogare i suoi dispiaceri nell’alcol. L’impertinenza di Mara, la giovane barista, gli fa tornare il sorriso e trova in lei un’amica. Con il passare del tempo, però, Manuel si rende conto di provare più di una semplice amicizia nei suoi confronti e per un anno finge che non sia così, consapevole che Mara non approverebbe quella sua cotta. Lei non è una sprovveduta, si è resa conto dell’interesse di Manuel, tuttavia non vuole che tra di loro accada qualcosa. Non è immune al suo fascino, ha solo paura di restare scottata come le è già successo in passato.

Manuel crede di non sapere amare, lei è terrorizzata all’idea di innamorarsi di nuovo.

E se fosse il destino beffardo a metterci lo zampino?

Complice una serata diversa dalle altre, si ritrovano a scambiarsi quel bacio che entrambi avevano evitato fino ad allora. Ed è proprio in quel momento che le cose cambiano tra loro. Mara fugge dai nuovi sentimenti che la travolgono come un fiume in piena, Manuel la rincorre con la speranza che si accorga che per lei farebbe qualsiasi cosa.

Recensione

Oggi voglio parlarvi del libro “E se non sapessi amare?” di Irene Pistolato. Una storia romantica, dolce ed intrigante.

Manuel è triste ed abbattuto perché si è innamorato di Martina (sua cognata), cosicché decide di andare in un bar ad affogare i suoi dispiaceri con l’alcool. La giovane barista Mara gli conquisterà il cuore. Manuel si innamora follemente della giovane ragazza. Mara ha avuto in passato una relazione burrascosa con un uomo che ha tradito la sua fiducia, adesso non ha intenzione di cedere alle lusinghe del suo nuovo spasimante. Riusciranno i due personaggi ad essere felici? Non voglio svelarvi altro della trama!

Un libro bellissimo in cui l’amore e l’amicizia trionfano. L’autrice ha scritto una storia incredibile, semplice ed interessante. Una lettura scorrevole e piacevole. Una sorta di favola moderna in cui passione, gioia e amore non mancano.

Stelle ⭐️⭐️⭐️⭐️

Irene Pistolato

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/irebijouttina/

Instagram: https://www.instagram.com/bijouttina


Dettagli prodotto Ebook: 0.99 euro

  • Dimensioni file : 3357 KB
  • Word Wise : Non abilitato
  • Lunghezza stampa : 213 pagine
  • ASIN : B08GSTKDHF
  • Miglioramenti tipografici : Abilitato
  • Da testo a voce : Abilitato
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi : illimitato
  • Screen Reader : Supportato
  • Lingua: : Italiano

Dettagli prodotto Cartaceo 9.50

  • Copertina flessibile : 294 pagine
  • Peso articolo : 508 g
  • ISBN-13 : 979-8683000271
  • Dimensioni : 15.24 x 1.7 x 22.86 cm
  • Editore : Independently published (16 settembre 2020)
  • ASIN : B08JF5DJ2S
  • Lingua: : Italiano

Il filo dell’eterno ritorno di Simone del Fiore (Edizioni Horti di Giano)

ESTRATTI:
1.
“Avevo pensato a quel momento per tutto il giorno precedente, ma non avevo ancora deciso cosa dire e cosa fare. Non avevo nemmeno stabilito come mi sarei dovuto presentare. In cuor mio credevo, e speravo, che sarebbe risultato naturale, anche da parte sua. Un’attrazione spontanea di due anime gemelle. Dopotutto eravamo stati insieme per sedici anni, e non sapevo se solo io ne conservavo il ricordo. Per un attimo valutai la remota possibilità che anche lei stesse cercando me.”
2.
“Mi sentivo in mezzo, ma non tra la vita e la morte, piuttosto tra due realtà parallele che non volevano in alcun modo staccarsi da me. O meglio: una cercava di trascinarmi verso di lei, mentre io provavo ad avvicinarmi all’altra. Avevo fatto la mia scelta, avevo deciso dove volevo vivere, prendendo consapevolezza di quale delle due custodisse il vero me, ma non mi era permesso scegliere.”
3.
“Quando la guardo, di certo non vedo in lei una sconosciuta, ma non avrei mai pensato che sarei arrivato a tanto pur di averla. Non mi pento di quello che ho fatto, sono stato egoista, ne sono consapevole, ma lo rifarei lo stesso, altre cento volte o anche di più, qualora fosse necessario. Mi avvicino al tavolo a piccoli passi e, una volta raccolta la mia macchina fotografica esco fuori, in terrazza, mentre mi sento intrappolato in una serie di azioni che hanno il sapore del solito déjà-vu.Lei mi aspetta lì, in un angolo, con un sorriso forzato stampato in faccia. È immobile, a tratti impassibile, e io mi diverto a fingere che non sia così. Impugno la macchina fotografica e le scatto una foto, per l’ennesima volta. Non me ne pento, sono sicuro che chiunque avrebbe fatto la stessa identica cosa al mio posto.”

TITOLO: Il filo dell’eterno ritorno

AUTORE: Simone del Fiore

GENERE: Thriller

DATA DI USCITA: 16/04/2021

PAGINE: 184

PREZZO: 15,60

A seguito di un incidente in moto Abel finisce in coma per poco più di tre ore, durante le quali sogna sedici anni di un’altra vita. Nonostante abbia vissuto ogni singolo momento con la sua nuova famiglia, al risveglio si rende conto che nulla di ciò che aveva vissuto era reale. Ciò che lo sconvolge più di tutto è uno strano filo rosso legato al mignolo della sua mano, che solo lui vede e che non riesce a togliere. Questo sembra non avere fine ma ha paura di scoprire dove conduca. Quando si convince di essere impazzito, dopo quasi un anno di terapia per liberarsi del ricordo di una moglie e due figli mai avuti, accade l’inatteso. A pochi giorni dal primo anniversario dell’incidente, incontra una ragazza identica alla donna che ha sposato nella vita parallela e l’assurdo gli sembra divenire possibile.