Martedì

Fotografia scattata al lago durante il fine settimana. Io ho la fortuna di vivere in un paese in cui le restrizione per Coronavirus sono molto blande (almeno fino ad adesso).

Gli ospedali hanno una situazione seria, ma assolutamente non sono saturi. I bambini vanno a scuola normalmente, fanno le loro attività extra scolastiche. I lavoratori continuano con i loro mestieri.

Nel nostro paese la vita sta continuando per fortuna “normalmente”. Ovviamente con delle misure per il contenimento:

– 5 persone massime (pubblico e privato)

– mascherina al chiuso / all’aperto solo se il distanziamento non è garantito (eccezione per i bambini sotto i 12 anni o per persone con problemi medici certificati)

– misure particolari per ristoranti e bar

– chiusura locali notturni

– università scuola a distanza (salvo per quelle lezioni di laboratorio speciale)

Nuovo traguardo per la mia pagina Instagram 400 Followers e nuovo record anche nel mio blog 95 Followers!

GRAZIE!

Ho appena concluso “Il Barone rampante” di Italo Calvino (presto scriverò la recensione nel blog)

I miei Followers di Instagram hanno scelto la mia prossima lettura “L’Amante Giapponese” di Isabel Allende.

L’avete letto? Vi è piaciuto?

I miei libri sono disponibili anche su Youcanprint.it

Un angelo

Giorno di grande tristezza

un piccolo angelo è andato in cielo

ripenso al suo visino dolce e cedo

mi sento come una bambola di pezza.

È un dolore ancestrale,

un bimbo non dovrebbe volare

vorrei che non fosse reale

le mie lacrime non riescono ad asciugare.

La rabbia mi assale,

a Dio vorrei gridare

non è giusto che sia stato così imparziale

è un colpo al mio cuore che non si può spiegare.

Copyright Nadia Arnice

Martedì

Su Instagram ho ricevuto un “Mi Piace” dallo scrittore svizzero Joël Dicker (sul post Recensione La verità sul caso Harry Quebert.

Grazie!

Un nuovo record sia per il blog sia per Instagram! Grazie di cuore 💓 Followers ❤️

I miei libri sono acquistabili anche nel sito Mondadori Store.

Sia in formato cartaceo sia eBook

La Cattedrale e l’Essere

Nella buia notte d’inverno

la nebbia è fitta

questo tempo è un inferno.

In lontananza c’è una cattedrale

una luce traspare

è un monumento medioevale.

Mi avvicino alla chiesa,

un senso di pace passa nel mio corpo

la mia anima rimane sospesa.

L’Essere mi accompagna in volo

in un’altra esistenza astratta

io aleggio leggera come un usignolo.

Copyright Nadia Arnice